𝐀𝐥𝐢𝐜𝐢𝐚 | vintage girl (@aliciameli)

5 days ago

Oggi sto attraversando un capitolo particolare della mia vita, che apparterrà anche ai libri di storia delle generazioni future. Il mondo è in pausa. Non avrei mai immaginato che il giardino della mia casa potesse diventare il limite oltre il quale non andare, il confine che mi separa dalla paura. È un momento di fragilità, di riflessione interiore, di sofferenza. Educhiamoci l'un l'altro a rimanere uniti anche se distanti. Tocca a noi curare questa grande ferita: scegliamo l'amore e restiamo a casa. A casa si possono fare tante cose bellissime. Cerca di occupare il tuo tempo, magari dedicandoti a ciò che hai sempre rimandato e messo di lato. Leggi i libri ricoperti di polvere di cui ti sei dimenticato. Prendi un foglio e libera la tua fantasia. Costruisci figure di carta oppure dipingi. Se non hai colori, creali: usa il caffè, le spezie, il succo di qualche frutto. Prenditi cura del tuo corpo, bevi tanta acqua e usa le bottiglie come pesi per allenarlo. Studia, informati, lascia che la curiosità scopra nuovi argomenti a te sconosciuti. Prepara una focaccia, dei biscotti, il pane. Una crostata di marmellata, che, ti giuro, è buonissima! Se ce l'hai, riempi la vasca e permettiti un lungo bagno caldo. Telefona a chi vuoi tu. Immergiti nella sua voce e sogna il momento in cui tornerete a stringervi come prima. Guarda film, serie tv, video che ti strappano una risata. Ascolta vecchie canzoni. Sfoglia un album di fotografie. Tuffati nei ricordi. Canta sotto la doccia, mentre lavi i piatti o stendi i panni. Balla sul tappeto. Suona uno strumento e regala un po' di musica a te stesso, ai vicini, al cielo. Torneremo ad abbracciarci.

33 comments